Chengde

Mi scusi per il ritardi, ma non ho avuto molto tempo per scrivere in questo blog. Negli ultimi giorni mi sono trasferito nell’altra casa, e solo ora ho trovato tempo per descrivere le mie esperienze. In Chengde non mi trovo molto bene. La città non è molto viva durante la notte, non c’è molta gente nelle strade, e per questo passo molto tempo a casa, insegnando l’inglese e l’olandese. Nemmeno l’appartamento non e molto comodo, però non ho avuto la possibilità di trasferirmi di nuovo, perciò sono obbligato a vivere qui. Non vorrei però non ci sono altre opportunità.

Sopratutto non sono molto contento qui, ma posso vivere indipendentemente, e questo mi piace di più: non devo sempre ascoltare i miei genitori. Questo mi piace, che voglio ripetere che mi sento liberato perché non dipendo dai genitori finanziariamente. Posso andare quando voglio e dove voglio, senza problemi e senza interruzioni.

Non ho avuto la fortuna di visitare i locali principali della città, però subito i miei genitori arriveranno, credo ché potrò visitare la antica residenza dell’imperatore. Senza questo non c’è molto che vorrei vedere – la città è abbastanza grigia. Che peccato. Speravo che questa città era più interessante, ma non lo è….

Annonser

Om joannavanschaik

Science communication graduate. Music, poetry, literature, travel, science and language collide in this blog.
Det här inlägget postades i italiano och har märkts med etiketterna , , , . Bokmärk permalänken.

Kommentera

Fyll i dina uppgifter nedan eller klicka på en ikon för att logga in:

WordPress.com Logo

Du kommenterar med ditt WordPress.com-konto. Logga ut / Ändra )

Twitter-bild

Du kommenterar med ditt Twitter-konto. Logga ut / Ändra )

Facebook-foto

Du kommenterar med ditt Facebook-konto. Logga ut / Ändra )

Google+ photo

Du kommenterar med ditt Google+-konto. Logga ut / Ändra )

Ansluter till %s